[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Comunicati stampa

[ torna indietro ]

25 Marzo 2014



BERLATO (PPE/FI), COMMISSIONE EUROPEA QUALI PROVVEDIMENTI PRENDE NEI CASI DI INFORMAZIONE DISTORTA SU MACELLAZIONE RITUALE?


"La Danimarca o qualsiasi altro Stato membro dell'Ue, ha posto in essere un divieto di macellazione rituale della carne che appare in contrasto con i principi fondanti dell'Unione Europea, oppure ha agito nel rispetto degli stessi? Nel caso quali provvedimenti intende adottare per evitare che un certo tipo di informazione manipolata e volutamente distorta inciti l'odio tra cittadini?".

E' quanto chiede Sergio Berlato, deputato al Parlamento europeo del Ppe/Fi, in un'interrogazione scritta alla Commissione europea depositata oggi, rispetto ad alcuni informazioni presumibilmente distorte sulla macellazione rituale per la produzione di carne. Nell'interrogazione l'on. Berlato spiega infatti: "Nello scorso mese di febbraio alcuni media italiani hanno riportato la notizia relativa alla decisione del governo danese di vietare la macellazione rituale per la produzione di carne Halal e Kosher, su pressione delle associazioni animaliste, e che il ministro dell'Agricoltura danese Dan Jorgensen, avrebbe sostenuto in proposito che i diritti degli animali vengono prima della religione. Tali mezzi d'informazione, dopo aver dato grande spazio ai commenti esultanti delle associazioni animaliste italiane, da sempre contrarie a qualsiasi forma di macellazione rituale, che definiscono "incompatibile con il diritto internazionale dei diritti degli animali", hanno riferito anche che alcuni rappresentanti delle comunità Ebraiche e Islamiche avrebbero reagito al provvedimento definendolo "puro antisemitismo", una "chiara interferenza nella libertà di credo" e una "violazione dei diritti di una minoranza che non ha il potere politico per difendersi".

"La LA.I.FF.( Federazione Sindacale Italiana di Lavoratori Immigrati)- prosegue il deputato europeo nel documento-, aderente a FederFauna, ha chiesto di intervenire per verificare se i fatti e le posizioni riportate dai media italiani siano corrispondenti al vero e per capire fino a che punto uno Stato membro possa, spinto da lobby potenti come quella animalista, legiferare in contrasto con le norme comunitarie che garantiscono i diritti di tutti i cittadini europei. Sembrerebbe, però, che la notizia riportata dai media italiani sia l'ennesimo travisamento della realtà, perché tratta da fonti inattendibili e di parte".

 L'on. Berlato sottolinea: "In seguito auna verifica effettuata nei giorni scorsi attraverso Internet, emergerebbe che la Danimarca non abbia affatto vietato la macellazione rituale, ma abbia imposto unicamente che il bestiame venga stordito prima o appena dopo essere stato sgozzato, al fine di conciliare i diritti religiosi delle persone con le esigenze di benessere degli animali. La macellazione rituale, infatti, prescriverebbe che gli animali, prima di essere uccisi con un solo taglio alla gola eseguito con un coltello affilatissimo, in modo da provocarne l'immediata morte e il completo dissanguamento, debbano essere in salute, senza segni di malattia, non feriti né danneggiati fisicamente in alcun modo, che siano cioè integri quando se ne versa il sangue".

"Ho chiesto anche quindi- conclude il deputato europeo- se la Commissione sia in grado di affermare, in maniera inequivocabile, che non esiste un "diritto internazionale dei diritti degli animali", sussistendo unicamente "esigenze" degli animali e non "diritti", in quanto questi ultimi sono riservati ai soli esseri umani".


[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI