[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Comunicati stampa

[ torna indietro ]

10 Febbraio 2016



ON. SERGIO BERLATO RICORDA LE VITTIME DELLE FOIBE


Venezia, lì 9 febbraio 2016: il Consigliere regionale Sergio Berlato (Fratelli d'Italia - AN) ricorda il 10 febbraio, Giorno del Ricordo, la tragedia delle foibe in Istria, Fiume e Dalmazia e la fuga dei 350 mila italiani che nel dopoguerra dovettero abbandonare le proprie case diventando di fatto profughi in Patria.

Con la Legge n. 92 del 30 marzo 2004 il Parlamento italiano istituì ufficialmente il 10 febbraio di ogni anno come "Giorno del Ricordo" per commemorare la tragedia di tutte le vittime delle foibe e l'esodo dei 350 mila italiani fuggiti dalle terre di Istria, Fiume e Dalmazia nell'immediato dopoguerra. Un doveroso atto pubblico solenne anche se tardivo - commenta il Consigliere regionale e Coordinatore per il Veneto di Fratelli d'Italia - AN Sergio Berlato - che, pur non potendo colmare oltre mezzo secolo di oblio, dà la possibilità alle nuove generazioni di ricordare e fare luce su tragici avvenimenti storici per troppo tempo volutamente non trattati nei libri di storia. Dobbiamo riconoscere che in questi anni, soprattutto qui in Veneto, le Istituzioni tramite gli enti locali e le scuole, si sono promosse iniziative culturali di vario genere che hanno fatto riemergere una pagina dolorosa della nostra storia patria - sottolinea il Consigliere Berlato. Molto però deve essere ancora fatto perché parlare di certi avvenimenti - continua il Consigliere Berlato - trova ancora delle resistenze ideologiche, delle difficoltà nell'accettare da parte di alcuni ambienti pseudoculturali l'ufficialità di una commemorazione, quella appunto del Giorno del Ricordo, che dovrebbe essere vista da tutti come base preziosa per una memoria finalmente condivisa. I protagonisti diretti dell'epoca, gli esuli scappati dalle italianissime terre del nostro confine orientale definitivamente perse dopo la firma del trattato di pace di Parigi del 10 febbraio 1947, per una questione anagrafica stanno purtroppo venir meno - precisa il Consigliere Berlato - e l'impegno nella testimonianza portato avanti con enormi sacrifici in tutti questi anni dall'Associazione Nazionale Esuli Fiumani Istriani e Dalmati sta per passare alla seconda e terza generazione. Figli e nipoti degli esuli, che non hanno vissuto direttamente quei terribili anni ma che li hanno sentiti raccontare dai propri padri e nonni. Oggi - conclude il Consigliere Berlato - raggiunta l'ufficialità di una commemorazione il compito che riguarda tutti indistintamente è quello di preservare la memoria e trasmetterla alle nuove generazioni, è questo il senso del Giorno del Ricordo, come un simbolico abbraccio nei confronti dei nostri connazionali per lungo tempo dimenticati ed oltraggiati dalla ragion di Stato.
Ufficio Stampa Sergio Berlato
Presidente Terza Commissione consiliare
Coordinatore per il Veneto di Fratelli d'Italia - AN 

[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI