[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Comunicati stampa

[ torna indietro ]

Venezia, lì 29 Febbraio 2016



DENUNCIA DEGLI ANIMALISTI ALLO CHEF CARLO CRACCO. SERGIO BERLATO (FDI-AN-MCR): DOBBIAMO REAGIRE CONTRO L’INTEGRALISMO ANIMALISTA


Non ci stupisce affatto l'ennesima dimostrazione della pericolosità dell'integralismo animal-ambientalista, concretizzatasi questa volta con la denuncia del famoso cuoco vicentino Carlo Cracco per aver proposto una ricetta di un piatto contenente un piccione -. A prendere posizione contro la denuncia fatta allo chef Carlo Cracco dagli animal-ambientalisti è Sergio Berlato, Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto e Coordinatore regionale di Fratelli-d'Italia-AN. - Partendo dal presupposto che i piatti a base di piccione fanno parte della storia, della cultura e delle tradizioni delle popolazioni vicentine e venete, riteniamo che gli animal-ambientalisti abbiano dato dimostrazione o 
della loro ignoranza (non conoscenza) o della loro malafede. Nella loro denuncia depositata alla Procura della Repubblica di Milano in data 28 febbraio u.s. gli animalisti accusano Carlo Cracco di aver cucinato, nel corso della trasmissione televisiva Master Chef trasmessa su SKY il 14 gennaio 2016, nientemeno che un piccione, in violazione ( a loro dire) della Legge 968/72. Affermano gli animalisti che " lo chef Cracco avrebbe cucinato una specie 
protetta dalla Direttiva comunitaria 2009/147/CE, denunciandolo anche penalmente per istigazione a delinquere avendo lo stesso, con la diffusione di tale filmato criminoso, istigato altri cittadini a compiere tali crimini in violazione delle normative europee e nazionali a tutela della fauna selvatica". Come se le procure della Repubblica non avessero altro da fare in periodi in cui i cittadini sono angosciati dalla crescente criminalità che priva le persone 
per bene dal diritto alla sicurezza, va chiarito innanzitutto che il soggetto utilizzato dallo chef Cracco è molto probabilmente appartenente ad una variante domestica (abitualmente allevata in cattività) della specie "Columba livia", specie che è elencata nell'Allegato II parte A della Direttiva 2009/147/CE come esplicitamente cacciabile in tutti gli stati membri dell'Unione europea e che in Italia non è stata inserita nell'elenco delle specie normalmente cacciabili, di cui all'articolo 18 della legge statale n. 157/92, solo per una discutibile scelta politica che andrebbe quanto prima rivista. In ogni caso, né la Direttiva 2009/147/CE né la legge statale n. 157/92 considera la specie "Columba livia" (tantomeno la variante domestica) come specie protetta.
Chiarita la questione dal punto di vista tecnico, legale e legislativo - ha concluso l'on. Sergio Berlato - ritengo doveroso mettere in guardia le istituzioni e l'opinione pubblica dalla pericolosità dell'integralismo animal-ambientalista, integralismo che, oltre a 
rappresentare un grave danno per l'economia, rappresenta una seria minaccia per tutte quelle attività che sono saldamente radicate nella storia, nella cultura e nelle tradizioni delle nostre genti.
Ufficio stampa on. Sergio Berlato
Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto
Coordinatore regionale di Fratelli d'Italia-ANVenezia

[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI