[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Comunicati stampa

| File allegati | files allegati

TESTO MOZIONE [ file .pdf - 2345 Kb ]


[ torna indietro ]

22 Novembre 2016



GUARDIE ZOOFILE – SERGIO BERLATO (FDI-AN-MCR) PRESENTA UNA MOZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE PER CHIARIRNE LE COMPETENZE


"Con questa mozione vogliamo impegnare la Giunta regionale del Veneto a dare pronta attuazione a quanto stabilito dal recente pronunciamento del Consiglio di Stato, che con sentenza dello scorso 9 novembre ha chiarito in maniera definitiva l'annosa problematica che riguarda i compiti e le prerogative delle guardie zoofile" queste le parole del Consigliere regionale Sergio Berlato a margine della presentazione in Consiglio regionale del Veneto di una mozione perché a livello regionale si assumano immediate iniziative per riportare ordine nell'esercizio dell'attività di controllo espletata da parte delle guardie volontarie e in particolare delle guardie zoofile in possesso del decreto prefettizio, che troppo spesso hanno travalicato i confini delle loro competenze.
"La sentenza del Consiglio di Stato - prosegue Berlato - ribadisce quanto già previsto dalla Legge 157/92 in merito ai soggetti abilitati alla vigilanza venatoria, chiarendo che questo compito è riservato alle sole guardie zoofile riconosciute da leggi regionali. Una sentenza importante che pone vere e proprie limitazioni all'attività espletata dalle guardie zoofile delle associazioni protezionistiche, tipo ENPA per fare un esempio, in possesso del solo decreto prefettizio. Si chiarisce una volta per tutte che l'attività di vigilanza esercitata da queste guardie zoofile deve essere circoscritta al solo controllo sugli animali d'affezione, così come previsto dalla Legge 189/2004 sul maltrattamento degli animali, escludendo la legittimità dei controlli eseguiti autonomamente in ambito venatorio" "È necessario fare chiarezza - continua il Consigliere regionale - perché in molti casi la vigilanza sull'attività venatoria espletata indebitamente e illegittimamente dalle guardie zoofile, ha comportato l'applicazione alquanto soggettiva delle normative vigenti, tanto da creare una serie di contenziosi con le amministrazioni provinciali che hanno dovuto in molti casi procedere all'annullamento dei verbali elevati illegittimamente da queste guardie zoofile ". Il Consiglio di Stato ha inoltre stabilito, con altra sentenza, che le guardie zoofile non esercitano un'attività così pericolosa da necessitare del porto di pistola per difesa personale e non rivestono funzioni di Polizia giudiziaria "si mette fine ad una anomalia - commenta il Presidente Berlato - considerato il numero di verbali annullati, queste guardie volontarie avrebbero dovuto armarsi di buoni manuali sulle normative più che di pistole." "Con questo importante atto politico - in conclusione - vogliamo creare le condizioni perché cessi al più presto quello che è a tutti gli effetti un abuso. Se chiediamo ai cacciatori il rispetto delle regole, non è tollerabile che chi pretende di controllarli sia il primo a non rispettarle." 
Ufficio Stampa Sergio Berlato 
Consigliere regionale del Veneto  
Presidente Terza Commissione Consiliare permanente  
Coordinatore per il Veneto di Fratelli d'Italia-An 

[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI