[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Comunicati stampa

[ torna indietro ]

07 Febbraio 2017



BERLATO: IL CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO APPROVA IL PROGETTO DI LEGGE STATALE PER VIETARE L’UTILIZZO DEL BURQA E DEL NIQAB


"Approvando il Progetto di Legge statale di iniziativa regionale, nato dalla fusione del progetto di legge presentato dal sottoscritto e quello presentato dal collega Villanova, Il Consiglio regionale del Veneto ha mandato al Governo un segnale politico forte: Nessuno, per alcun motivo, nemmeno legato al credo religioso, può girare in luoghi pubblici o aperti al pubblico con il volto coperto" questo il commento di Sergio Berlato, Consigliere regionale e coordinatore per il Veneto di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, che in merito al provvedimento approvato dal Consiglio regionale del Veneto spiega "abbiamo semplicemente interpretato il bisogno di sicurezza dei nostri cittadini e stabilito un principio di civiltà, chiarendo anche, in modo inequivocabile, che nessuno per nessun motivo può costringere un'altra persona ad occultare il proprio volto. Questo perché - continua Berlato - troppe donne sono quotidianamente sottoposte a queste vessazioni, soprattutto nelle comunità di immigrati di fede islamica che spesso obbligano le donne ad utilizzare indumenti come il burqa e il niqab che, oltre ad essere illegali, sono veri e propri strumenti di violenza e mortificazione". "I buonisti di casa nostra - conclude il Consigliere - si mettano l'anima in pace. Questo provvedimento non è uno strumento contro una religione, ma un modo per ribadire in maniera chiara che chi vuole vivere su nostro territorio deve imparare a rispettare le nostre leggi, le nostre tradizioni, la nostra cultura e la nostra religione, senza sconti per nessuno. Noi non abbiamo obbligato nessuno a venire nel nostro Paese. Chi sceglie di venire in Italia deve capire che deve rispettare le nostre leggi, altrimenti se ne torni immediatamente da dove è venuto ". 
[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI