[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

BERLATO Newsletter › Dettaglio Newsletter

[ torna indietro ]


Newsletter del Gruppo Consiliare Fratelli d'Italia - MCR n. 04 del 12 Agosto 2019

L’elezione a Presidente dell’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI dell’Onorevole Sergio Berlato, la necessità di intervenire in maniera compiuta su gestione e contenimento del lupo, il rispetto della legge da parte delle province e dei comitati direttivi degli ambiti territoriali di caccia i temi della newsletter del Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia – MCR e del Consigliere regionale Sergio Berlato, Presidente della Terza commissione consiliare, la quale si occupa di politiche economiche, politiche agricole, politiche per la montagna, ivi comprese caccia e pesca, politiche forestali e dell'energia.


SOMMARIO


Sergio Berlato eletto Presidente dell'Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI

Venezia, 30 luglio 2019

L'Assemblea regionale dell'Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI ha eletto l'on. Sergio Berlato Presidente regionale dell’Associazione.

- È per me un onore - ha dichiarato l'on. Sergio Berlato - tornare a capo dell'Associazione che ho contribuito a far nascere e che è diventata la seconda associazione venatoria per numero di iscritti a livello regionale ma che diventerà ben presto la prima sia per numero di iscritti che per capacità propositiva in difesa di tutte le forme di caccia, iniziando dalle nostre cacce tradizionali.-

L'on. Sergio Berlato, nell'assumere il ruolo affidatogli dall’assemblea regionale, ha ringraziato l'on. Maria Cristina Caretta per aver accettato di ricoprire l'incarico di Presidente regionale negli ultimi anni finché Sergio Berlato era impegnato a ricoprire impegnativi ruoli sia di natura politica che istituzionale.

Assumo questo ruolo con la consapevolezza dell’impegno che questa Presidenza comporta, assicurando tutti gli iscritti dell'Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI e tutti gli altri cacciatori del Veneto che porremo subito alla Giunta regionale alcune questioni ancora irrisolte, a partire dalla necessità di presentare al Consiglio regionale la proposta di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale, alla richiesta di corretta applicazione della legge sulla mobilità per la caccia alla selvaggina migratoria in tutti gli ATC del Veneto, all'applicazione del regime di deroga nel rispetto dell'art. 9 della Direttiva 2009/147/CE e dell'art. 19 bis della legge statale n. 157/92.

Chiederemo da subito alla Giunta regionale un maggiore impegno per il contenimento degli animali nocivi la cui eccessiva presenza sta arrecando gravi danni alle culture agricole, all'ambiente ed al territorio.

[ Torna al sommario ]



Depositato in Consiglio Regionale del Veneto il progetto di legge sulla gestione e contenimento del lupo (Canis Lupus).

Venezia, 5 agosto 2019

La crescente ed incontrollata presenza di alcune specie di fauna selvatica sul territorio regionale sta provocando ingenti danni alle nostre colture, alle attività antropiche e allo stesso ecosistema – afferma il Capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale del Veneto Sergio Berlato. Si tratta di danni ingentissimi, non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista sociale ed ambientale, cui l'attuazione del Progetto WolfAlps, al quale la Giunta regionale del Veneto ha aderito anche economicamente, non è riuscita a porre rimedio.

In conformità a quanto ci viene richiesto dalla stessa Unione Europea, è indispensabile intervenire in maniera efficace e compiuta sul tema – prosegue il Consigliere regionale Sergio Berlato –, per questo motivo abbiamo depositato un progetto di legge sulla gestione e contenimento del lupo, nel pieno rispetto delle Direttive comunitarie vigenti e nel pieno rispetto della recente sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato la piena legittimità delle normative recentemente emanate in materia dal Trentino Alto Adige.

È oramai evidente, soprattutto ora che la stagione dell'alpeggio è in corso, che il sistema socio economico, unico nel suo genere, delle nostre montagne è ulteriormente minato dalla crescente presenza incontrollata dei grandi carnivori e che l'assenza di un dato certo sulla reale consistenza del fenomeno, elemento che potrebbe aiutare gli addetti a stimare e prevenire efficacemente il rischio, aggravi la situazione e preoccupi ulteriormente tutti gli allevatori, i malghesi e le famiglie che tramandano la tradizione dell'alpeggio.

Nell'evidente inerzia del Governo nazionale al quale abbiamo più volte rivolto l'invito a dotarsi di un Piano nazionale di gestione del lupo, come del resto avviene in tutti gli stati membri dell'Unione europea - dichiara il Presidente della Terza Commissione on. Sergio Berlato – che preveda il monitoraggio, il censimento e, laddove necessario, l’abbattimento dei lupi in esubero, auspichiamo che la Regione Veneto attui le azioni di contenimento previste nel nostro progetto di legge, poiché, per avere un'efficace soluzione al problema, non si possono intraprendere operazioni diverse da quelle che natura esige.

Quando l'eccessiva presenza di una determinata specie compromette l’equilibrio tra le atre specie animali o mette in pericolo l'ecosistema o danneggia gravemente le attività umane, è opportuno adottare urgentemente tutte le misure necessarie ad affrontare concretamente il problema, basando ogni iniziativa su elementi di natura tecnico scientifica e non sull'ideologia o sull'emotività di chi ritiene che i diritti dei lupi abbiano la priorità sui diritti delle persone che, con il loro costante lavoro, hanno permesso non solo l'esercizio di attività economiche ma la manutenzione e la salvaguardia del territorio - conclude il Consigliere regionale Sergio Berlato.

[ Torna al sommario ]



Sergio Berlato presenta un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere il rispetto della legge da parte delle Province e dei Comitati direttivi degli ambiti territoriali di caccia.

Venezia, 8 agosto 2019

Con un'interrogazione presentata alla Giunta regionale in data 6 agosto 2019 il Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto ha chiesto alla Giunta regionale del Veneto di intervenire prontamente per indurre le province venete ed i presidenti degli Ambiti Territoriali di Caccia a rispettare la legge e a non imporre illegittime restrizioni all'attività venatoria che si vanno ad aggiungere alle già restrittive normative nazionali e regionali in vigore.

Anche nel suo ruolo di Presidente regionale dell’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI, l'on. Sergio Berlato ha preso ad esempio, per presentare la sua interrogazione, un provvedimento emanato dalla provincia di Rovigo che ha stabilito illegittimamente un proprio indice di densità venatoria che sta impedendo ad alcune decine di cacciatori rodigini di esercitare l'attività venatoria nella propria provincia di residenza, oltre ad altro esempio relativo ad iniziative da parte del comitato direttivo dell'Ambito Territoriale di Caccia del portogruarese VE1 che imporrebbe ai cacciatori iscritti a quell’ATC VE1 la sottoscrizione di dichiarazioni che comportano l'assunzione di responsabilità in merito alla regolarità degli appostamenti ad uso venatorio o al rispetto di restrizioni attraverso fantomatici patti associative che non possono, per legge, prevedere alcuna restrizione all’attività venatoria oltre a quelle già previste dalla normativa statale o regionale vigenti.

- Ci giungono notizie anche di altri esempi di mancato rispetto delle normative vigenti da parte dei comitati direttivi di altri Ambiti Territoriali di Caccia del Veneto- ha commentato l'on. Sergio Berlato- spesso rese possibili dal mancato controllo da parte delle province se non addirittura con l'accondiscendenza di alcuni funzionari provinciali che, soprattutto adesso che dipendono dalla Regione, dovrebbero garantire il rispetto della legge e non assecondare i pruriti di qualche presidente di ATC che, assunto il proprio ruolo, dimostra di essere colto da delirio di onnipotenza.

[ Torna al sommario ]



Resta connesso con noi

Resta aggiornato iscrivendoti a questa newsletter e segui tutte le attività del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – MCR e del Consigliere regionale Sergio Berlato attraverso la sua pagina Facebook e il sito internet

[ Torna al sommario ]



[ torna indietro ]

 
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI