[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

BERLATO Newsletter › Dettaglio Newsletter

[ torna indietro ]


Newsletter del Gruppo Consiliare Fratelli d'Italia - MCR n. 15 del 13 Gennaio 2020

Le tasse che ogni anno i cacciatori veneti versano alla Regione Veneto, Decreto Fiscale: Fratelli D’Italia Veneto si schiera dalla parte dei Comuni contro i tagli decisi dal Governo, il blocco navale non costituisce più un atto di guerra, la burocrazia che fa morire il commercio con l’imposizione dello scontrino elettronico, rischi per la nostra produzione ittica a causa delle politiche europee: questi i temi della newsletter del Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia – MCR e del Consigliere regionale Sergio Berlato, Presidente della Terza commissione consiliare, la quale si occupa di politiche economiche, politiche agricole, politiche per la montagna, ivi comprese caccia e pesca, politiche forestali e dell'energia.


SOMMARIO


La Regione e il finanziamento alle Associazioni venatorie: come può essere travisata la realtà.

Venezia, 31 dicembre 2019

Ogni anno i cacciatori del Veneto, oltre alle tasse dovute come semplici cittadini imprenditori, versano oltre sette milioni di euro in tasse di concessione governativa e quasi quattro milioni di euro in tasse di concessione regionale, soldi con i quali vengono erogati servizi indispensabili alla collettività come scuole, viabilità, sanità, aiuti alle famiglie ed alle imprese. È falso quindi affermare che si tolgono soldi alle imprese ed ai cittadini per darli ai cacciatori. È vero l'esatto contrario e cioè che ogni anno, con i soldi pagati dai cacciatori, si erogano servizi indispensabili a tutti i cittadini.

I cacciatori del Veneto versano ogni anno:

Tassa di concessione governativa:   € 173,16 x 42.000            =  7.272.720

Tassa di concessione regionale:       €   84,00 x 42.000            =  3.528.000

Quota media per accesso ATC/CA:   €  200     X 42.000            =  8.400.000

 Tassa per appostamenti:                €   55,78 x 10.000            = 557.800

                                                 ———————————————————

Totali tasse annualmente versate dai cacciatori del Veneto       = 19.758.520

Di questi quasi 20 milioni di euro all’anno versati ogni anno dai cacciatori del Veneto, la Regione restituisce mediamente 200 mila euro per finanziare progetti presentati da tutte le associazioni venatorie del Veneto sulla base di una legge regionale vigente e sulla base di un bando emanato annualmente dalla Giunta regionale. La Giunta verifica preventivamente la qualità dei progetti presentati, volti a sensibilizzare e coinvolgere  il mondo venatorio nella lotta al bracconaggio, intensificando le azioni di prevenzione e repressione, aumentare la conoscenza della legislazione in materia costantemente in evoluzione, attuare iniziative concrete per il ripristino e la riqualificazione ambientale.  Se i progetti vengono preventivamente approvati dalla Giunta regionale, gli stessi ricevono un anticipo del 30% dei costi preventivati, mentre il saldo viene erogato a consuntivo, previa presentazione dettagliata di tutte le pezze giustificative. Per un totale medio annuo di 200 mila euro complessivi a fronte di un introito della Regione di quasi 20 milioni di euro all’anno.

Va ricordato che la Regione eroga alle associazioni dei pescatori, per analoghi progetti, un importo medio che si aggira attorno a 900 mila euro. Se poi qualcuno volesse verificare di quanti milioni di euro possono disporre le varie associazioni animal ambientaliste, sia attraverso la destinazione del 5xmille dell’IRPEF che attraverso i contributi pubblici, ci  sarebbe da impallidire.

Ferma restando che i contributi a tutte associazioni venatorie a cui si riferisce l’articolo del Gazzettino risalgono al 2018 e che io sono stato eletto Presidente dell’Associazione Cacciatori Veneti nel luglio 2019, anno in cui la stessa associazione non ha percepito dalla Regione neppure un euro, è utile ricordare che l’erogazione di queste risorse è stata fatta nel pieno rispetto della legge e per finalità di pubblica utilità.

[ Torna al sommario ]



Decreto Fiscale: Fratelli D'Italia Veneto a fianco dei Comuni contro i tagli del Governo.

Thiene, 3 gennaio 2020

Fratelli d’Italia Veneto si dichiara contraria ai tagli del Governo verso i Comuni della regione, stimati in circa 8 milioni di euro, previsti dalla modifica dei criteri di riparto del Fondo di Solidarietà Comunale (Fsc). Dal monitoraggio effettuato da Anci Veneto (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) è emerso che questa riduzione penalizzerà 418 amministrazioni locali su 563 togliendo risorse dai bilanci che sarebbero potute essere utilizzate per interventi in campo sociale, sulla sicurezza, sulle scuole o sulle strade. Ancora una volta la Legge di Bilancio e il decreto fiscale puniranno le amministrazioni virtuose, in particolare quelle Venete andando a finanziare quelle in dissesto finanziario. Fratelli d’Italia Veneto, per mezzo di tutti i propri esponenti istituzionali (Parlamentari, Consiglieri Regionali, Consiglieri Provinciali, Sindaci e Amministratori locali), è al fianco di tutti i Comuni Veneti penalizzati da questi tagli e farà sentire la propria voce per modificare i criteri che hanno lasciato un brutto regalo di Natale ai nostri Sindaci.

[ Torna al sommario ]



Improvvisamente il blocco navale non è più un atto di guerra.

Venezia, 8 gennaio 2020

Restiamo quanto mai sbalorditi. All’improvviso l’Unione Europea dà ragione a Fratelli d’Italia e dichiara la necessità di adottare il blocco navale in Libia per garantire la sicurezza marittima europea. Per anni ci hanno detto che proporre un blocco navale per proteggere i nostri confini dall’immigrazione illegale e da possibili infiltrazioni terroristiche equivaleva ad un “atto di guerra”, ma oggi l’Europa si ricrede. Aspettiamo trepidanti i commenti dei grandi statisti della sinistra.

[ Torna al sommario ]



La burocrazia che fa morire il commercio.

Venezia, 9 gennaio 2020

Mentre i colossi del web subiscono in Italia una pressione fiscale pari al 33,1%, le PMI si sobbarcano un carico fiscale complessivo che si attesta al 59,1 per cento dei profitti. A questo si aggiungono inutili balzelli come la fatturazione elettronica e lo scontrino elettronico. Proprio questo ultimo cappio costringerà alla chiusura molti esercizi commerciali, che non riescono a stare dietro ai costi della guerra che il Governo ha dichiarato alla piccola media impresa.

[ Torna al sommario ]



Tre mesi di fermo pesca sono inaccettabili per la nostra produzione ittica.

Venezia, 10 gennaio 2020

Il primo gennaio 2020 è entrato in vigore il regolamento europeo n. 1022 del 2019, che prevede il fermo annuale fino a tre mesi per la pesca entro le sei miglia dalla costa, comportando una notevole riduzione del pescato e un esponenziale aumento dei costi di produzione.

Secondo gli ultimi dati l’importazione di prodotto ittico potrebbe crescere addirittura del 30%, a discapito della nostra filiera e della nostra produzione, creando un danno alla nostra economia.

Uno dei miei primi impegni, non appena insediato al Parlamento europeo, sarà quello di porre rimedio a questa ingiusta normativa comunitaria proponendo la modifica del regolamento comunitario.

[ Torna al sommario ]



Resta connesso con noi

Resta aggiornato iscrivendoti a questa newsletter e segui tutte le attività del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – MCR e del Consigliere regionale Sergio Berlato attraverso la sua pagina Facebook e il sito internet.

[ Torna al sommario ]



[ torna indietro ]

 
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI