[ LINKS UTILI ] [ CREDITS ] [ COOKIES POLICY ]
cerca nel sito
cerca nel sito
   
 
SERGIO BERLATO Consigliere regionale del Veneto Deputato Italiano al Parlamento Europeo
CACCIA
PESCA
AGRICOLTURA
AMBIENTE
PICCOLE E MEDIE IMPRESE
ARTIGIANATO
LEGGI IL PROFILO
I MIEI VIDEO
BERLATO NEWSLETTER
   Leggi le news in archivio ››
ISCRIVITI
    a Berlato newsletter
COMUNICATI STAMPA
FACEBOOK - profilo di Sergio Berlato
TWITTER - profilo di Sergio Berlato
 
SERGIO BERLATO, Consigliere regionale del Veneto
Homepage Profilo Attività Ultime notizie Documenti Contatti Avvisi utili

Ultime Notizie

| File allegati | files allegati

dgr deroghe 2009 ii 1 percento.pdf [ file .pdf - 159 Kb ]
allegato a dgr deroghe 2009_ii.pdf [ file .pdf - 38 Kb ]
nuovo_allegato b dgr deroghe 2009_ii.pdf [ file .pdf - 58 Kb ]
sospensione utilizzo piccione domestico come richiamo vivo.pdf [ file .pdf - 46 Kb ]


[ torna indietro ]

30 Ottobre 2009



LA GIUNTA REGIONALE DEL VENETO HA APPROVATO UNA NUOVA DELIBERA CHE RISPRISTINA LE CACCE IN DEROGA


 

COMUNICATO STAMPA

 

 

L'esultanza del responsabile della LAC sembra assolutamente fuori luogo dal momento che nel carniere dei suoi ricorsi si ritrova "solamente" il temporaneo divieto di utilizzo del colombo domestico nella caccia ai colombacci da appostamento.

Contrariamente a quanto afferma Andrea Zanoni,  non eletto consigliere regionale dei verdi nel 2005 per mancanza di voti, nuovamente bocciato nel giugno di quest'anno in occasione delle elezioni europee quando ha corso (invano) nelle liste del "cacciatore Di Pietro", il TAR non ha accolto le altre richieste contenute nei suoi ricorsi e cioè quelle relative alla sospensione della caccia alla moretta,  al combattente ed alla pernice rossa, unitamente alla richiesta di chiusura della caccia in forma vagante nel mese di gennaio.

Nel fornire garanzie a tutti i cacciatori, che praticano la caccia al colombaccio da appostamento, che faremo tutto il possibile per ripristinare quanto prima l'uso del colombo domestico come richiamo vivo in questa forma di caccia tradizionale, informiamo che la Giunta regionale, riunitasi d'urgenza nella serata del 30 ottobre, ha approvato una nuova delibera che ripristina, già da sabato 31 ottobre, la possibilità di cacciare le specie in deroga nel Veneto, confermando le stesse modalità di caccia, le stesse specie cacciabili e le stesse quantità giornaliere e stagionali previste nella delibera impugnata.

Unica differenza prevista nella nuova delibera, rispetto alla precedente, è rappresentata dalla quantità massima complessiva di soggetti prelevabili da tutti cacciatori del Veneto.

In via precauzionale ed in attesa di conoscere le motivazioni che hanno spinto i giudici del TAR del Veneto a sospendere la precedente delibera, la Giunta regionale ha ridotto il quantitativo massimo stagionale complessivo prelevabile, attestandosi sull'1% della mortalità naturale di queste specie.

Nulla cambia in sostanza per i cacciatori del Veneto che potranno continuare a cacciare in deroga le specie fringuello, peppola, storno e pispola.

Va reso atto alla LAC di essere riuscita ad impedire ai cacciatori del Veneto di cacciare le specie in deroga per un solo giorno (venerdì 29 ottobre), giorno in cui la caccia non era comunque consentita. Se queste sono le soddisfazioni di cui ha bisogno il signor Zanoni per preparare la sua ennesima avventura elettorale con qualche altra nuova formazione politica alle prossime regionali, faccia pure.

Ai cacciatori del Veneto basta poter continuare ad esercitare le proprie cacce tradizionali, nel rispetto delle normative vigenti e delle Direttive comunitarie, così come avvenuto ininterrottamente dal 2002 ad oggi.

 

on. Sergio Berlato

Deputato al Parlamento europeo


[ torna indietro ]
 
AIC - Associazione culturale FCR - fondazione culturale ACV Cacciatori Veneti CONFAVI