Homepage Bandi Europei

Campagne di informazione e sensibilizzazione sui rischi della migrazione irregolare nei paesi terzi e in Europa (AMIF-2022-TF1-AG-INFO)

12.04.2022

Sostegno dell'UE a 5 e fino a 15 progetti di campagne di informazione e sensibilizzazione nel settore della migrazione nei paesi terzi di origine e di transito lungo le principali rotte migratorie verso l'UE, in particolare le rotte del Mediterraneo orientale, centrale e occidentale, la rotta dei Balcani occidentali e la via della seta. I paesi terzi di particolare interesse sono Algeria, Bangladesh, Gambia, Iraq, Marocco, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Tunisia e Turchia.

Scadenza: 5 luglio 2022 17:00:00 ora di Bruxelles

Obiettivi:

L'obiettivo generale dell'invito è contribuire al cambiamento delle percezioni e del comportamento dei cittadini di paesi terzi che intendono emigrare irregolarmente verso l'UE e dei principali fattori che influenzano le loro decisioni (ad esempio famiglie, leader religiosi o comunitari, insegnanti, migranti di ritorno, fornitori di servizi che facilitano la migrazione).

Le azioni dovrebbero perseguire i seguenti obiettivi specifici:

- fornire informazioni affidabili, fattuali ed equilibrate sui rischi della migrazione irregolare durante il viaggio (pericoli della migrazione irregolare) e dopo l'arrivo (difficoltà di vivere irregolarmente nell'UE e rimpatrio), nonché sulle pertinenti alternative giuridiche di migrazione e sulle opportunità economiche disponibili nel paese o nella regione di origine;

- responsabilizzare le voci credibili nel contrastare le narrazioni dei trafficanti di migranti e delle diaspore sulla migrazione irregolare e le narrazioni sulla vita irregolare nell'UE;

- rafforzare la cooperazione multilaterale tra gli attori, quali le organizzazioni della società civile, i ricercatori, i media, gli attori statali locali, la diaspora e, se del caso, altre parti interessate;

- migliorare la sostenibilità delle attività di comunicazione e dei risultati della campagna.

Le proposte che si concentrano su campagne di informazione e sensibilizzazione rivolte solo alla diaspora all'interno degli Stati membri dell'UE e non coinvolgono paesi terzi saranno respinte.

Ambito di applicazione:

I progetti dovrebbero portare ai seguenti risultati finali chiave per i componenti corrispondenti:

- una relazione iniziale, compresi i risultati dell'analisi preparatoria mirata effettuata al fine di sviluppare la strategia di comunicazione su misura;

- un documento di strategia di comunicazione su misura, compresa la definizione dell'ambito geografico (ad esempio se le comunità target si sono stabilite o transitano in più paesi), la segmentazione del pubblico, la selezione di argomenti e messaggi, il piano per l'uso di media su misura, social media ed eventuali canali di comunicazione adeguati, un piano dettagliato per l'implementazione della campagna;

- un documento metodologico di monitoraggio e valutazione, che delinea una teoria del cambiamento, un quadro dei risultati e i metodi di raccolta dei dati previsti;

- il contenuto della campagna di informazione e sensibilizzazione, compresi i prodotti e i servizi progettati, prodotti e diffusi durante la campagna;

- relazioni trimestrali di monitoraggio, comprese le misure di attuazione, di emergenza e di aggiustamento e i progressi compiuti verso il conseguimento degli indicatori chiave di prestazione proposti;

- una relazione intermedia sullo stato di avanzamento dei lavori utilizzando il modulo standard che sarà disponibile sul portale dei partecipanti;

- una relazione finale che includa i risultati, nonché le osservazioni del monitoraggio e della valutazione del progetto.

Le proposte di progetto dovrebbero includere i seguenti componenti:

1. Analisi preparatoriaal fine di sviluppare una strategia di comunicazione su misura per il progetto, in particolare per identificare il contesto migratorio, il pubblico o i destinatari delle attività di comunicazione, le sue caratteristiche, motivazioni, esigenze e lacune informative, nonché canali e strumenti di comunicazione, in modo da progettare l'approccio più efficace per influenzare il suo (loro) comportamento. I lavori preparatori dovrebbero inoltre basarsi il più possibile sui risultati e sugli insegnamenti tratti da precedenti campagne e attività di comunicazione svolte nello stesso paese e dovrebbero (se possibile) utilizzare i dati primari e secondari disponibili e le proprie analisi. Laddove siano già disponibili dati che possono essere raccolti da una revisione approfondita, la ricerca preparatoria dovrebbe concentrarsi sulla ricerca sul campo su incognite chiave o sulla nuova verifica dell'efficacia dell'approccio.

2. Una strategia di comunicazione su misurabasata sui risultati dell'analisi preparatoria, in particolare per definire:

- un concetto globale, compresa l'idea generale per la struttura della campagna, i messaggi chiave da utilizzare durante tutto il periodo di attuazione delle attività e gli elementi visivi chiave;

- una teoria del cambiamento che guidi sia la progettazione che la valutazione della campagna;

- Obiettivi della campagna SMART (specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e limitati nel tempo);

- il pubblico di destinazione e la sua segmentazione (sesso, età, istruzione, professione, ecc.);

- l'ambito geografico della campagna in base al pubblico di destinazione identificato (quale paese/regione e quale parte di tale paese in particolare) e il contesto migratorio specifico (paese di origine vs transito o destinazione);

- i canali di comunicazione da utilizzare a seconda del pubblico di destinazione, garantendo un mix di media tradizionali e sociali, compreso il piano di acquisto dei media, se del caso, nonché la sensibilizzazione a livello locale o comunitario, tenendo conto delle abitudini di ciascun segmento del pubblico di destinazione in termini di accesso e consumo dei media, nonché l'identificazione nello studio sulle migliori pratiche della messaggistica orale (a distanza) come canale di comunicazione più efficace e affidabile in campagne precedenti;

- strumenti di comunicazione alternativi, se del caso, come spettacoli teatrali, dibattiti guidati dalla comunità, concorsi (ad esempio foto, canzoni, video) e premi (ad esempio per i giornalisti), visite scolastiche, testimonianze, coinvolgimento di celebrità ecc., adattandoli alle abitudini e alle caratteristiche di ciascun contesto e segmento del pubblico di destinazione;

- un approccio creativo che consenta la partecipazione e il feedback del pubblico di destinazione, ad esempio promuovendo l'uso di app per smartphone e messaggi di testo sia a fini di moltiplicazione che di monitoraggio/feedback; un piano dettagliato per il roll-out e la gestione della campagna;

- indicatori chiave di performance (KPI), sia qualitativi che quantitativi, con baseline e target da utilizzare per monitorare l'implementazione e valutare il risultato della campagna fin dall'inizio.

3. La produzione e l'attuazionedella campagna di comunicazione, in particolare:

- pre-test di concept e contenuti della campagna su sample/focus group di target di riferimento identificati;

- produzione di contenuti della campagna;

- implementazione delle attività di comunicazione

4. Il monitoraggio e la valutazionedei risultati e dell'impatto della campagna dovrebbero basarsi su una strategia di monitoraggio incentrata sull'apprendimento con frequenti test degli elementi della campagna. In particolare, dovrebbe includere:

- una teoria del cambiamento;

- un quadro dei risultati;

- metodi di raccolta dati pianificati;

- la raccolta e l'analisi degli indicatori chiave di prestazione (KPI) definiti nella strategia di comunicazione, sia qualitativi che quantitativi, con valori di riferimento e obiettivi da utilizzare per monitorare l'attuazione e valutare il risultato del progetto, nonché misurare le realizzazioni e i risultati del progetto rispetto agli indicatori di prestazione del programma di cui all'allegato VIII, regolamento (UE) 2021/1147, in particolare per quanto riguarda gli obiettivi specifici di cui all'articolo 3, paragrafo 2, lettere a), b) e c);

- prevedere, se necessario, adeguamenti della campagna in corso;

- tenendo conto delle lezioni apprese e delle buone pratiche per le campagne future.

5. Una strategia per la sostenibilità delle attività della campagna tenendo conto dei potenziali risultati a lungo termine

Impatto previsto:

I progetti finanziati nell'ambito di questa priorità dovrebbero contribuire a:

- una maggiore consapevolezza tra i potenziali migranti sui rischi della migrazione irregolare e del traffico di migranti, sulle pertinenti alternative legali di migrazione e sulle opportunità economiche nel paese o nella regione di origine; nonché opportunità di programmi di rimpatrio volontario e reinserimento da paesi di transito;

- rafforzare le voci credibili nel contrastare le narrazioni dei trafficanti di migranti sulla migrazione irregolare e le narrazioni delle diaspore sulla vita irregolare nell'UE;

- rafforzare la cooperazione multilaterale tra attori quali le organizzazioni della società civile, i ricercatori, i media, gli attori statali locali, la diaspora e, se del caso, altre parti interessate;

- una maggiore sostenibilità delle attività di comunicazione e fornire una solida valutazione dei risultati della campagna.

- aumentare la consapevolezza tra i potenziali migranti sui rischi della migrazione irregolare e del traffico di migranti, sulle pertinenti alternative legali di migrazione e sulle opportunità economiche nel paese o nella regione di origine; nonché opportunità di programmi di rimpatrio volontario e reinserimento da paesi di transito;

- responsabilizzare le voci credibili nel contrastare le narrazioni dei trafficanti di migranti sulla migrazione irregolare e le narrazioni delle diaspore sulla vita irregolare nell'UE;

- rafforzare la cooperazione multilaterale tra attori quali le organizzazioni della società civile, i ricercatori, i media, gli attori statali locali, la diaspora e, se del caso, altre parti interessate;

- migliorare la sostenibilità delle attività di comunicazione e fornire una solida valutazione dei risultati della campagna.

Destinatari:

Persone giuridiche, quali Enti pubblici, Enti privati senza scopo di lucro.

Contributi:

Sono stati stanziati 8.000.000,00 euro.



Contatti

BANDO PRECEDENTE
BANDO SUCCESSIVO