Homepage Bandi Europei

Investimenti nell'innovazione Filo 1-GREEN

03.12.2021

Programma: Strumento interregionale per gli investimenti nell’innovazione (I3)

Tipo di azione: Sovvenzioni per progetti I3-PJG I3

Scadenza: 1 febbraio 2022 17:00 ora di Bruxelles – 18 ottobre 17:00 ora di Bruxelles

Il nuovo strumento di investimento per l'innovazione interregionale (I3) del FESR mira a sostenere i progetti di innovazione interregionale nelle loro fasi di commercializzazione e sviluppo, mettendo a disposizione gli strumenti per superare le barriere agli investimenti. In generale, I3 rappresenta un'opportunità per supportare i portafogli interregionali di investimenti delle aziende portando l'innovazione sul mercato ad alti livelli di prontezza tecnologica (TRL 6-9) e rimodellando le catene del valore interregionali dell'UE.

In particolare, lo strumento I3 finanzia progetti di investimento in innovazione interregionale nell'ambito delle priorità condivise di specializzazione intelligente (S3) nelle seguenti aree tematiche: transizione verde, transizione digitale e produzione intelligente che si svolgono nelle regioni partecipanti S3. Pertanto, lo strumento I3 contribuirà a promuovere connessioni interregionali rafforzate tra gli attori dell'ecosistema dell'innovazione regionale organizzati attorno a un'area di specializzazione intelligente condivisa. Mira a utilizzare il potenziale non sfruttato degli investimenti nell'innovazione in cui i settori pubblico e privato, nonché la ricerca e le imprese di diversi paesi e regioni, possono lavorare insieme. Al fine di accelerare la diffusione sul mercato dei risultati della ricerca e stimolare l'innovazione,

Di conseguenza, le priorità tematiche per la durata del programma di lavoro del bando sono (1) transizione digitale, (2) transizione verde, compresa la neutralità climatica, sostenibilità ambientale ed economia circolare e (3) produzione intelligente. Gli obiettivi specifici dell'invito sono la creazione di collegamenti strutturati tra le parti interessate della quadrupla elica dell'UE, l'aiuto agli ecosistemi per superare i fallimenti del mercato, il sostegno alle imprese che costruiscono investimenti nell'innovazione interregionale, l'accelerazione dell'innovazione e l'aumento delle capacità delle regioni meno sviluppate di partecipare alle catene del valore dell'UE che contribuiscono alla coesione obiettivi politici.

Nell'ambito di questo invito, nel 2021 sarà attuato il seguente filone del programma di lavoro I3:

Supporto finanziario e consultivo per investimenti in progetti di innovazione interregionale (filo 1)

L'invito è rivolto a consorzi di entità legali indipendenti che coprono attori sia dal lato della domanda che dell'offerta dell'ecosistema a quadrupla elica, come (elenco non esaustivo):

- Autorità pubbliche (nazionali/regionali/locali)

- Università, Enti di ricerca e tecnologia, Agenzie per l'innovazione

- Organizzazioni di cluster, PMI, start-up,

- Alleanze sui dati di ricerca (RDA)

- Qualsiasi altra entità che assomigli alla natura delle entità sopra menzionate.

Per questo bando (sezione 1), il consorzio deve includere almeno cinque (5) entità legali indipendenti stabilite in almeno tre (3) diversi paesi ammissibili, il coordinatore è un'organizzazione senza scopo di lucro con sede in una regione/paese più sviluppato dell’UE. Inoltre, almeno una (1) delle entità deve essere stabilita in una regione/paese meno sviluppato, in transizione o ultraperiferico.

Obiettivo:

Trasformare le sfide climatiche e ambientali in opportunità è l'ambizione della transizione verde. Il Green Deal europeo ha l'obiettivo di rendere l'Europa un'economia efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva. In questo quadro, l'UE fissa i suoi obiettivi per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, quindi ciò richiederà investimenti sostanziali. I3 intende sostenere investimenti innovativi nella catena del valore, rilanciare l'economia attraverso la tecnologia verde e creare industria/trasporti sostenibili. Intende inoltre fornire sostegno agli investimenti interregionali in sistemi alimentari sostenibili, agricoltura sostenibile, energia pulita ed efficiente, industria sostenibile, edilizia e ristrutturazioni, mobilità sostenibile, eliminazione dell'inquinamento e azione per il clima.

Almeno il 70% del contributo deve essere destinato a investimenti in aziende.

Se la proposta è correlata alla transizione verde nel campo della produzione intelligente, il richiedente deve presentare la proposta nell'ambito dell'argomento della produzione intelligente 3.

Ambito:

Temi e priorità

Il presente invito a presentare proposte su questo argomento incoraggia le candidature in una o più o una combinazione delle seguenti aree di investimento (un elenco non esclusivo):

Investimenti innovativi nella decarbonizzazione, riducendo le emissioni di gas serra e contribuendo a migliorare la qualità dell'aria, la salute e il benessere;

Investimenti innovativi nelle città SMART;

Investimenti aziendali innovativi relativi a soluzioni di trasporto intelligenti, sostenibili/efficienti e/o combustibili alternativi;

Investimenti in azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime;

Investimenti nella gestione delle risorse naturali, compreso l'uso di materiali riciclati, in particolare materiali da costruzione, plastica e tessuti, per stimolare la domanda di materie prime dei mercati secondari;

Investimenti aziendali in energie rinnovabili ed efficienza energetica per rendere l'industria più sostenibile;

Investimenti aziendali legati all'efficienza energetica negli edifici;

Investimenti aziendali legati a un'economia blu sostenibile, contribuendo alla protezione delle coste;

Investimenti delle imprese nell'economia circolare per replicare e ampliare soluzioni di economia circolare di successo, che possono generare valore aggiunto per l'UE;

Investimenti in bioeconomia, agricoltura e silvicoltura efficienti e sostenibili, innovazione in soluzioni sostenibili per il settore marino/marittimo e per le acque interne.

Impatto previsto:

A breve termine:

Implementazione di soluzioni innovative rispetto alle tecnologie/soluzioni esistenti;

Adozione di soluzioni tecnologicamente/economicamente affidabili e praticabili sul mercato.

Medio termine:

Creare nuove opportunità di mercato per le imprese dell'UE;

Rafforzare la capacità di investimento delle regioni, unendo le forze attorno alle priorità di investimento S3 condivise (investimenti interregionali);

Diffusione dell'innovazione.

Lungo termine:

Rafforzare/rimodellare le catene del valore dell'UE aumentando nel contempo la competitività dell'UE nei mercati globali;

Liberare il potenziale di innovazione delle regioni/paesi dell'UE;

Contribuire agli obiettivi del Green Deal europeo;

Impatto positivo su ambiente, salute, clima, società ed economia;

Crescita economica e creazione di posti di lavoro.



Contatti

BANDO PRECEDENTE
BANDO SUCCESSIVO