Homepage Comunicati stampa

Con la crisi economica arriva la criminalità organizzata. Salviamo le nostre imprese dalle fauci degli sciacalli

21.12.2020

Questo è il momento di intervenire urgentemente per tutelare i comparti maggiormente esposti a questo rischio.

L’emergenza sanitaria ha aperto le porte ad una crisi economica che lascerà un segno indelebile su molti settori del nostro mondo produttivo. Il comparto agroalimentare, la ristorazione e il turismo, ad esempio, stanno pagando il prezzo più alto, registrando danni difficilmente recuperabili nel breve periodo.
Purtroppo in ogni tragedia non mancano mai gli sciacalli. Anche in questo caso, così come rilevano anche diversi studi che analizzano la tenuta economica delle imprese, con la crisi economica aumenta il rischio di infiltrazioni criminali anche nelle società di capitali. Un rischio che ad oggi coinvolge quasi la metà delle 45mila società che operano nella ristorazione, nel settore alberghiero e nei viaggi. Se il lockdown di marzo ha inferto un duro colpo, le severe regole varate all’ultimo momento per le festività natalizie colpiscono settori già duramente provati dalla crisi, aumentando il rischio di gettare molte attività nelle mani della criminalità organizzata, sempre pronta a sfruttare le difficoltà economiche delle imprese, investendo i proventi delle attività illecite per acquisirne la proprietà e imporre il controllo sulle società. Per avere un quadro completo, bisogna comprendere che le società di ricerca prendono in analisi le sole società di capitali, senza contare le numerose aziende iscritte alle Camere di commercio, che generano più della metà del fatturato dei settori coinvolti.
Le Istituzioni hanno il dovere di vigilare con la massima attenzione per evitare che capitali di dubbia provenienza possano drogare il nostro sistema produttivo, finendo per distruggere anche quelle attività che, sia pure in difficoltà, con le misure adeguate potrebbero risollevarsi. Questo è il momento di intervenire urgentemente per tutelare i comparti maggiormente esposti a questo rischio. Non è con le mancette di Stato e con gli interventi spot che si tutelano i nostri imprenditori dai criminali.


on. Sergio Berlato
Deputato italiano al Parlamento europeo



Contatti

ARTICOLO PRECEDENTE
ARTICOLO SUCCESSIVO